L'EDITORIALE
01/2020

Sostenibilità ai tempi del COVID

Benvenuti all'ultima edizione di SIPA SPEAKS. In questo numero, guardiamo ad alcuni problemi attuali e a come SIPA li sta affrontando. Ma prima, alcune parole sul problema più caldo di tutti, il COVID-19. Le nostre vite sono state stravolte dalla pandemia. L'espressione "nuova normalità" è già stata usata in precedenza, ma questa volta è chiaro che il paradigma è davvero cambiato: il mondo è cambiato. A livello aziendale, dall'inizio dell'anno, molte società sono state chiuse e alcune di esse non riapriranno. Grazie alla tenacia dei suoi obiettivi ed all'impegno nei confronti dei propri clienti in tutto il mondo, SIPA ha continuato a operare, ma non sempre come prima. SIPA è diventata "più intelligente" che mai. Ha sviluppato nuovi modi per installare i suoi impianti e fornire i suoi servizi tecnici, modi che con ogni probabilità continueranno ad essere utilizzati anche dopo che la pandemia sarà passata.


Fin dall'inizio di questa crisi, SIPA ha collaborato con i suoi fornitori e partners logistici per garantire l’approvvigionamento delle parti di ricambio necessarie e degli aggiornamenti tecnici ai propri clienti. SIPA ha fatto tutto il possibile per ridurre al minimo gli effetti derivanti dall'intensificazione dei controlli doganali e dai ritardi nella logistica. E ha sviluppato un approccio intelligente e remoto per seguire l'installazione di macchine e sistemi.


Tutto questo è stato possibile poiché i nostri esperti hanno sviluppato procedure speciali che coprono tutte le fasi di installazione, dallo scarico delle parti della macchina fino all'assemblaggio e al collegamento di tutti i gruppi funzionali. Stiamo facendo il massimo uso di applicazioni software fisse e mobili avanzate e strumenti IT per garantire il successo nell'esecuzione. Mai lontani è il nostro motto. Anche in questo momento difficile, SIPA ha potuto fornire il miglior servizio e supporto possibile a tutti i suoi clienti e partner commerciali, ovunque nel mondo.


SIPA ha inoltre cercato di capire come la sua tecnologia potesse aiutare i consumatori a proteggersi in questa fase così difficile che stiamo vivendo. Uno degli effetti della pandemia è stato una maggiore enfasi sull'avere mani pulite. Molte persone oggi fanno ricorso a liquidi igienizzanti in bottiglie di piccolo formato quando non sono in grado di lavarsi le mani. Le macchine monostadio serie ECS SP di SIPA si stanno dimostrando ideali per la produzione di questi contenitori.


La pressione per ridurre, riciclare e riutilizzare gli imballaggi in plastica continua a crescere. I rifiuti sono una piaga per la società e dobbiamo trovare nuovi modi per prevenirla. Le bottiglie in PET monouso sono nel mirino degli attivisti, ma almeno in Europa i tassi di recupero non sono poi così male. Nel 2018, ad esempio, secondo un rapporto commissionato da diversi gruppi industriali, 1,78 milioni di tonnellate di bottiglie in PET post-consumo sono state raccolte e smistate per il riciclaggio. La strada da percorrere è ancora lunga, ma è già un progresso.


Sipa da sempre è molto impegnata nel concetto di "ridurre", sviluppando tecnologie per l’alleggerimento del peso dei contenitori, ma oggi sta mettendo sempre maggiore enfasi sull'uso del PET riciclato (rPET) nei contenitori realizzati sulle sue apparecchiature. In questo numero, guardiamo ai modi migliori per realizzare contenitori di alta qualità con rPET, sia utilizzando la rivoluzionaria tecnologia di inietto-compressione integrata con apparecchiature di riciclaggio (Xtreme Renew), sia utilizzando sistemi più convenzionali con caratteristiche progettate specificamente per la lavorazione di rPET.


La sostenibilità richiede anche efficienza energetica. L'integrazione dei sistemi può svolgere un ruolo importante in questo contesto, motivo per cui è l’oggetto della nostra sezione FOCUS ON. L'integrazione riduce la necessità di riscaldare e raffreddare e riduce anche il costo aumentando la produttività e riducendo gli spazi, il tutto consentendo soluzioni di imballaggio altamente personalizzate. Potete scoprire come SIPA è in grado di integrare tutto, dal pellet ai pallet caricati con contenitori riempiti, chiusi ed etichettati; potreste anche essere interessati ad un sistema altamente innovativo che SIPA ha sviluppato per la produzione di bottiglie non in PET ma in polistirolo – forse una prima al mondo; oppure le soluzioni sviluppate per il riutilizzo dei contenitori, a favore sempre della sostenibilità.   


Vi auguriamo una buona lettura!



Scarica l'articolo: