SGUARDI TECNICI
01/2020

XFORM, un sistema sempre più aperto

Da quando è stata lanciata, XFORM ha tra i suoi principali vantaggi l’apertura. Infatti, il sistema di SIPA per la produzione di preforme in PET, a differenza di altri macchinari della sua categoria, può accettare stampi e tooling dai principali produttori.


In genere, il parco stampi di molti converters ha ancora molte potenzialità produttive e SIPA, con XFORM sta dando loro la possibilità di limitare gli investimenti in nuove macchine utilizzando nelle sue macchine gli stampi prodotti dai suoi concorrenti. Oggi, oltre agli stampi, SIPA ha reso XFORM ancora più aperta, dando ai produttori di preforme la possibilità di riutilizzare altre parti esistenti.


Il nuovo sistema XFORM 250 GEN 4 XP, infatti, non solo accetta stampi non SIPA ed EOAT, ma accetta anche pin plates per il raffreddamento e la rimozione delle preforme anche se sono prodotti da fornitori alternativi. Con questo ultimo sviluppo, SIPA può efficacemente aiutare i propri clienti a ottenere il massimo da stampi e tooling per i quali hanno hanno già investito.


 Il Glabal Sales Manager Preform Systems & Tooling di SIPA afferma: "Il mondo di questi tempi si ritrova in un periodo caratterizzato da incertezza. Gli investimenti dei clienti in nuovi macchinari sono stempre più difficili, soprattutto nel nostro settore dell'imballaggio rigido. SIPA si impegna ad aiutare i clienti a sfruttare al massimo i loro investimenti, presenti e passati. Consentire loro di utilizzare la piastra pin plates sulle nuove macchine SIPA spero sia l’esempio concreto di come stiamo cercando di agevolare e semplificare la loro produzione".



Download the article: