NEWS 26/06/2019

I centri di refurbishing SIPA a supporto dei clienti di tutto il mondo

Gli stampi SIPA durano a lungo. Abbiamo già parlato dell'estensione di garanzia delle cold halves fino a 11 milioni di cicli. Ogni tanto però, gli stampi SIPA hanno bisogno di un refurbishment o si puo’ scegliere di fare una conversione.
Quando gli stampi vengono smontati dalla macchina, è e’ vitale per il cliente che restino fuori servizio per il minor tempo possibile - motivo per cui SIPA ha creato diversi centri di refurbishment in tutto il mondo a completamento del centro principale presso lo stabilimento italiano. Questa rete è ora in fase di crescita.
Oggi SIPA gestisce i centri di refurbishment degli stampi di Vittorio Veneto, Atlanta, Los Angeles, San Paolo in Brasile e San Luis Potosi, in Messico. Gli ultimi investimenti della società in North America e Brasile si sono rivelati utilissimi per i clienti, con il completamento di importanti progetti per alcuni dei più importanti produttori di preforme in PET nel continente.
Nei prossimi mesi, la società aprirà il suo prossimo centro di refurbishment, a Bangkok. Ci sarà presto anche una filiale in Corea (inizialmente solo attività commerciali, ma si stanno programmando anche operazioni industriali).
Restare competitivi, a costi contenuti
"I nostri clienti vogliono un fornitore affidabile e competente per questo tipo di servizio, un partner in grado di fornire loro un modo economicamente conveniente per aggiornare la produzione senza dover investire in stampi completamente nuovi", afferma Manfred Lausenhammer, Global Key Account Manager. "Questo è ciò che miriamo a fornire, e penso che stiamo facendo un ottimo lavoro!"
SIPA può ricondizionare hot halves e le cold halves prodotte da tutti i principali produttori di stampi, non solo da SIPA. La più grande richiesta arriva dagli utenti di stampi ad alta e altissima cavitazione, in genere con 96 o 144 cavità.
Tutto è pianificato
Quando SIPA intraprende un progetto di refurbishing, esegue un'ispezione preliminare e presenta la sua proposta al cliente. Una volta che c'è un consenso, SIPA esegue il reverse engineering per analizzare tutto ciò che deve essere modificato o sostituito, prima di procedere rapidamente con il refurbishing stesso. "Nessun cliente vuole che uno stampo ad alta cavitazione resti fuori servizio per lungo tempo, quindi ci muoviamo velocemente, ma con grande abilità", afferma Lausenhammer. "Quando abbiamo finito, lo stampo è praticamente nuovo".
Revisioni importanti
Lausenhammer cita il caso di un sistema a canale caldo a 192 cavità che SIPA ha gestito poco tempo fa. "All'inizio sembrava che sarebbe stato un programma rimpiazzo di parti usurate relativamente semplice", dice, "ma un'ispezione accurata ha rivelato che era necessario un refurbishing completo del Hot runner." Vi erano segni di perdita di materiale fuso a causa di danni alla camera calda.
"Grazie alla competenza dei nostri ingegneri, i collettori sono stati riparati e aggiornati a una soluzione ingegneristica più affidabile. L'intero lavoro è stato tracciato dai nostri ingegneri insieme al cliente e, grazie alle nostre capacità di risoluzione dei problemi e alla competenza per determinare quali parti potrebbero essere riutilizzate e quali sostituite, siamo arrivati ad una conclusione economicamente vantaggiosa per il cliente che si rivelò molto soddisfatto” .
Turnaround di due settimane
"Non molto tempo fa, abbiamo anche intrapreso un progetto per il refurbishing completo di una cold half su uno stampo a 144 cavità. Ci sono volute meno di due settimane per riavere lo stampo al lavoro tecnicamente nuovo di zecca. "
Ovunque si trovino, i clienti beneficiano del servizio LCS (Life Cycle Service) di SIPA sugli stampi per preforme in PET. Si tratta di un pacchetto completo di servizi volti ad aumentare la produttività’ e il valore del business mediante attività come l’incremento dell'affidabilità e della disponibilità del tooling, l'analisi della produttività e della qualità delle parti, il miglioramento delle prestazioni degli operatiori e la collaborazione nella pianificazione.
Servizio di conversione
I clienti hanno a disposizione una vasta gamma di opzioni quando vogliono ottimizzare uno stampo SIPA che ha lavorato per alcuni anni: possono avere un refurbishing regolare, con componenti usurati sostituiti da nuovi per garantire la qualità delle preforme; oppure possono scegliere di convertire lo stampo che incorpora un design completamente nuovo (e più leggero) delle preforme.
Il vantaggio della conversione dello stampo rispetto all'acquisto di uno stampo nuovo è rappresentato dal minore investimento di capitale. La stampo esistente viene riutilizzato e il ROI è più veloce.
Un ampio programma di audit degli stampi supportato da esperti è già fornito da SIPA. Questo aiuta i clienti a valutare lo stato di usura dei componenti dello stampo nel proprio stabilimento; possono quindi essere proposte diverse opzioni per il refurbishment o la conversione.
Un pacchetto di servizi totale
I servizi di refurbishing e conversione degli stampi completano la vasta capacità interna di SIPA di sviluppare e produrre internamente stampi e canali caldi ad alte prestazioni. È possibile intervenire su componenti come pistone, O-ring e valvole senza aprire l'intero stampo.
Enfasi sul risparmio energetico
La gamma di soluzioni trae vantaggio dalla speciale attenzione di SIPA alla riduzione del consumo energetico. Con un migliore flusso di distribuzione e una temperatura dell'acqua più elevata (14-15 ° C anziché 8 ° C), il consumo di acqua è ridotto al minimo e le prestazioni in termini di riduzione della condensa sono ottimizzate.
I profili lisci, levigati e arrotondati degli hot runners SIPA riducono lo stress sul materiale, con conseguente migliore qualità delle preforme e un ridotto livello di acetaldeide (AA). Gli stampi SIPA inoltre presentano ottime prestazioni nel raffreddamento, con conseguente alta qualità delle preforme, massima produttività e costi di produzione ridotti.