NEWS
10/02/2021

Il packaging dello yogurt da bere, dal concept allo scaffale

 


Le ricerche ci dicono che il mercato globale degli yogurt da bere valeva già quasi 30 miliardi di dollari cinque anni fa. Oggi continua ad espandersi in modo significativo, grazie principalmente alla maggiore consapevolezza dei consumatori sui benefici per la salute degli yogurt in generale e alla tendenza al consumo on-the-go. Un numero sempre maggiore di consumatori capisce che è necessario ridurre gli alimenti con un alto contenuto di zucchero per rimanere in forma e in salute. Questa tendenza favorisce anche le bevande a basso contenuto di grassi o senza grassi, compresi gli yogurt.


Altre ricerche stimano una crescita a breve termine prossima al 5% / anno, quindi il mercato oggi è probabilmente vicino a $ 38 miliardi. Ad ogni modo, sarebbero moltissimi contenitori per yogurt. Questo è il motivo per cui i produttori di prodotti lattiero-caseari stanno rafforzando le proprie capacità per garantire che la domanda di yogurt da bere possa essere soddisfatta anche in futuro.


Il mercato


Le bevande a base di yogurt sono per lo più confezionate in bottiglie di plastica, principalmente in polipropilene e polistirolo. Queste occupano quasi i due terzi del mercato, mentre il resto è prodotto in soluzioni in cartone laminato. In entrambi i casi questi contenitori non sono trasparenti, per due ragioni principali. I contenitori non trasparenti proteggono il prodotto dalla luce, che è importante per la maggior parte dei prodotti lattiero-caseari, poiché la luce può indurre l'ossidazione e rovinare il sapore.


Inoltre, essere in grado di vedere il contenuto non è sempre una buona cosa, soprattutto quando può verificarsi un certo grado di separazione durante la conservazione. Questo non è un difetto, ma una caratteristica comune ai prodotti che contengono fasi acquose e non acquose. Da qui il consiglio “agitare prima dell'uso” sull'etichetta.


PET, un'opzione sempre più attraente


Le bottiglie in PET sono una soluzione sempre più comune nel comparto dello yogurt da bere. Il PET si presta alla produzione e al riempimento integrati di bottiglie, offrendo una soluzione molto pulita assolutamente adatta a questo tipo di prodotto. Oggi è addirittura possibile avere un unico sistema produttivo che integri la produzione, non solo delle bottiglie in PET ma anche delle preforme delle bottiglie con riempimento e tappatura a valle.


Il PET ha proprietà meccaniche superiori a quelle di altre materie plastiche tradizionalmente utilizzate per lo yogurt da bere. Ciò significa, tra le altre cose, che le bottiglie possono essere più leggere e meno costose. Le bottiglie in PET usate possono essere raccolte, lavate, ridotte in scaglie e e riconvertite in bottiglie, in linea con i principi dell’economia circolare. SIPA, specialista in tutte le tecnologie di produzione e  riempimento di contenitori in PET, può offrire un  sistema chiamato XTREME Renew proprio per riutilizzare il PET proveniente dalla raccolta.


XTREME Renew integra due tecnologie altamente innovative in un unico sistema: la prima fase converte il PET post-consumo lavato in un materiale fuso ad alto grado di purezza che alimentata successivamente, in un unico ciclo, l'unità di inietto-compressione che produce preforme ad altissima velocità e con un basso consumo energetico. Idealmente, XTREME Renew può alimentare direttamente un sistema di stiro-soffiaggio di bottiglie, collegato a monte ad un impianto di riempimento.


Sul fronte della produzione di bottiglie, SIPA offre tre opzioni, a seconda delle esigenze di output del cliente. L'ultima è XTRA, un sistema rotativo leader della categoria che si caratterizza da alta velocità e basso consumo energetico. XTRA può produrre tra le 12.000 e le 65.000 bottiglie ogni ora. Questo sintema si affianca a due sistemi esistenti con differenti livelli di produzione: la gamma di soffiatrici lineari SFL, con produzioni che vanno da 3.000 fino a 15.000 b/h; e ai sistemi ad iniezione-stiro-soffiaggio monostadio ECS SP, in grado di produrre da 1000 a 7000 b/h.


Ottimizzazione dei sistemi di produzione


Lo yogurt da bere, ovviamente, non è un prodotto unico ma, come in tanti altri mercati, ha i suoi segmenti. Ad esempio, alcune bevande contengono colture probiotiche, altre no. Inoltre, le regole sulla produzione variano a seconda delle regioni. Secondo la legge italiana, ad esempio, il termine “yogurt” può riferirsi solo al latte fermentato con colture vive, a condizione che la densità delle unità formanti colonie sia uguale o superiore a dieci milioni per millilitro di prodotto. Ovviamente si possono utilizzare diversi tipi di latte e diverse culture, fornendo al consumatore una vasta scelta in termini di gusto e nutrizione. SIPA può progettare linee per soddisfare tutte queste esigenze specifiche.


Delicatezza del prodotto


I prodotti lattiero-caseari sono tra i prodotti più delicati da lavorare e conservare e spesso hanno una durata di conservazione misurata in giorni anziché in settimane. Molto spesso le linee di confezionamento devono essere configurate in base a specifiche esigenze del cliente che dipendono dalle aspettative di shelf life e dall'organizzazione della catena di distribuzione a valle (ad esempio: si possono garantire basse temperature lungo tutta la catena?).


Diverse tecnologie possono essere incorporate nella linea di confezionamento, per esempio, per trattare termicamente il prodotto e garantire la sterilità del contenitore e del tappo. Tutto dipende dal tipo di prodotto e dalle esigenze di distribuzione. A seconda del design del contenitore, del materiale in cui è prodotto e dal modo in cui viene manipolato, può variare notevolmente la sua capacità di preservare la pulizia, l'aspetto visivo, il gusto e l'odore del prodotto.


Esperienza e competenza nella fornitura di linee complete


SIPA ha maturato decenni di esperienza nella fornitura di linee di imbottigliamento complete per latte fresco e prodotti lattiero-caseari in PET con durata di conservazione fino a tre settimane. Queste linee sono caratterizzate da soluzioni che garantiranno standard di igiene estremamente elevati, sia in termini di controllo dell'ambiente di riempimento che di decontaminazione delle preforme e dei tappi.


Combinando l'expertise nella produzione di bottiglie con la tecnologia di riempimento, SIPA è in grado di fornire un'ampia gamma di "Sincro Blocs". Questi sistemi integrati rappresentano una soluzione molto compatta che integra soffiaggio, riempimento e tappatura in un'unica unità adattandosi alle diverse esigenze di shelf-life dei prodotti lattiero-caseari. I vantaggi offerti in termini di igiene, pulizia e riduzione dei costi, sono ineguagliabili.


Tutte le aree di transito di bottiglie e tappi, compresa l'area di riempimento, sono situate all'interno di cabine a contaminazione controllata con aria sterile. Sistemi speciali garantiscono la massima pulizia (Clean In Place, CIP; Sterilization In Place, SIP). Sono disponibili varie opzioni come il trattamento termico del prodotto, l'uso di agenti sterilizzanti e l'applicazione di pellicole protettive.


La gamma di produzione di SIPA comprende anche macchine per il confezionamento secondario che consentono all'azienda di porsi come integratore per la fornitura di linee di imbottigliamento complete estremamente affidabili ed efficaci per i prodotti lattiero-caseari.


Design della bottiglia


SIPA ha la capacità di progettare internamente contenitori che siano sia altamente funzionali che esteticamente gradevoli. Ciò significa che può fornire una vera soluzione chiavi in ​​mano, dal concept fino a alla bottiglia di yogurt da bere bella da vedere e funzionale su tutta la catena produttiva.


SIPA mostrerà i suoi ultimi sviluppi in termini di macchine e design per i contenitori di yogurt da bere al drinktec 2021, che si terrà a Monaco di Baviera dal 4 all'8 ottobre.


Sul confezionamento dello yogurt da bere, esiste un blog dedicato: https://blog.sipa.it/the-spread-of-types-of-yoghurt-packaging