REFERENZE 01/09/2015

Lo stampo MICROPITCH di SIPA permette a PUTOKŠNIS di vincere nuove sfide.

Putokšnis, uno dei principali produttori di preforme in PET nella regione baltica, ha acquisito nuovi progetti con un minimo investimento, grazie ad alcune innovazioni tecnologiche sui suoi stampi SIPA. Fondata a Šiauliai, Lituania, nel 1994, ora Putokšnis ha clienti in tutta Europa, Scandinavia e nei paesi CIS.

Putokšnis collabora con SIPA da circa cinque anni. Insieme le due società hanno sviluppato nuovi disegni preforma e alleggerito alcuni di quelli esistenti. SIPA ha fornito a Putokšnis diversi stampi per preforme completi, ad esempio una hot half e cold half 72-cavità e vari componenti.
SIPA ha inoltre lavorato a stretto contatto con Putokšnis per sviluppare una bottiglia ovale che Putokšnis produce su un sistema di stiro-soffiaggio lineare SFL 4/4.

Recentemente SIPA ha fornito all'azienda uno stampo per preforme completo 96-cavità con micropitch che Putokšnis ora sta usando su pressa di iniezione originariamente destinata a stampi con cavitazione massima di 72 cavità. Come risultato, Putokšnis ha potuto chiudere un nuovo ordine per il quale avrebbe dovuto acquistare un nuovo sistema di iniezione completo. Grazie a SIPA il suo investimento finale si è di molto ridotto.

Algis Atkociunas, CEO Attivo a Putokšnis conferma: "Grazie a SIPA, siamo riusciti a siglare un contratto con i nostri clienti nel miglior modo possibile, riducendo al minimo il nostro investimento." Con il nuovo stampo a 96 cavità che sostituisce il vecchio 72 cavità, Putokšnis ha aumentato la produttività della sua macchina esistente di un terzo.
Gli stampi con micropitch di SIPA a 96 cavità si inseriscono nello spazio normalmente richiesto per 72 cavità, in otto colonne di 12 cavità al posto di sei colonne. Questo risultato è ottenuto senza compromettere le prestazioni, sia in termini di qualità preforma che tempo di ciclo.

SIPA ha anche una forte e consolidata esperienza nella progettazione e produzione di hot runners riuscendo così ad ottenere un eccellente bilanciamento canali anche con il nuovo layout delle cavità e una distribuzione della forza di chiusura ottimale dello stampo al fine di minimizzarne l'usura.